PSICOTERAPIA

psicoterapia sistemico relazionale

Si possono liberare i bambini dalle verruche, “comprandogliele”. In pratica succede così, che si dà al bambino una moneta per la sua verruca, acquisendo in questo modo un diritto di proprietà su di essa. Per lo più il bambino, divertito o sorpreso, chiede come farà adesso la verruca ad andarsene, al che si può rispondere tranquillamente che lui non si deve preoccupare, presto la verruca andrà da sè al compratore.

P. Watzlawick

Nel fare la psicoterapia io seguo  l’approccio Sistemico Relazionale. Congiuntamente a questo, utilizzo la psicoterapia ipnotica ericksoniana in base alla necessità ed alle richieste specifiche (vedi “ipnosi clinica“).

Il contesto della psicoterapia può essere individuale (vedi “psicoterapia individuale), di coppia (vedi “psicoterapia di coppia“), familiare (vedi “psicoterapia familiare“) e con gruppi (vedi “psicoterapia di gruppo“). In base alle situazioni presentate ed alle richieste specifiche sarà possibile stabilire di volta in volta quale contesto psicoterapeutico prendere in considerazione e se combinarne insieme diversi: per es. familiare e individuale o familiare e di coppia o altro.

La psicoterapia sistemica relazionale vede ogni singola persona come una delle maglie di una rete più grande e complessa di relazioni di cui è parte e componente. Fin dall’infanzia l’individuo, che cresce e vive nella propria famiglia, si forma una matrice di significati e di emozioni che gli servono per capire il mondo, sono questi gli strumenti che poi porterà con sè nel corso della vita. Ci possono essere dei momenti critici in cui la chiave di lettura che si è appresa sembra non funzionare adeguatamente. In questi casi si può subire una battuta d’arresto, viversi un’impasse, sentirsi imprigionati, come bloccati, separati. Il disagio che ne scaturisce visto come sintomo, anche descritto in termini psicopatologici (vedi “disturbi”), viene inteso nella psicoterapia sistemico relazionale come una forma di comunicazione.

Comprendere i segnali, le emozioni sottostanti, i significati veicolati e contenuti nei sintomi sarà cura del percorso psicoterapeutico intrapreso. Con l’obiettivo di restituire il benessere all’individuo, alla coppia, alla famiglia e al sistema di cui si è parte (coppia, famiglia, contesto istituzionale/sociale allargato come per esempio: scuola, ufficio, palestra etc.), l’attenzione sarà concentrata sulle dinamiche relazionali presenti e alle possibili connessioni con la storia passata, in modo da riconoscere e/o riscoprire i significati e le emozioni sottostanti e/o scoprendo nuove consonanze.

D’altra parte, in una prospettiva di psicologia del benessere, è possibile cercare un sostegno perchè si vuole migliorare rispetto ad uno status di cui si è già soddisfatti. In questi casi un percorso di psicoterapia orientata all’obiettivo particolare, di psicoterapia ipnotica ericksoniana (vedi “ipnosi clinica“) o di consulenza basata sulla richiesta specifica da parte del cliente, mirano ad individuare le aree e gli aspetti che vanno affinati per il raggiungimento e l’ottenimento dei risultati desiderati.